Gli oli essenziali efficaci per combattere i super-batteri

Gli oli essenziali efficaci per combattere i super-batteri

I super germi’ stanno diventando un problema sempre più rilevante in campo ospedaliero e si stima che ogni anno uccidano circa 25 mila persone in Europa. La battaglia contro di loro si annuncia sempre più difficile perché i super-batteri sfortunatamente hanno imparato a resistere anche agli antibiotici più moderni. La risposta invece potrebbe arrivare da un rimedio tanto naturale quanto antico: gli oli essenziali. E’ quanto sostiene una ricerca del 2010 presentata ad Edimburgo al congresso della Society for General Microbiology secondo cui gli oli essenziali possono potenzialmente essere una efficace ed economica alternativa agli antibiotici e per combattere i superbatteri ospedalieri resistenti ai farmaci.
Lo studio è stato condotto dal professor Yiannis Samaras e dal dottor Effimia Eriotou , del Technological Educational Institute delle isole Ionie, in Grecia. Gli studiosi hanno testato l’ attività antimicrobica di otto oli essenziali.
Hanno così scoperto che l’olio essenziale di timo è risultato il più efficace ed è stato in grado di eliminare quasi completamente i batteri entro un tempo di 60 minuti.
Gli oli essenziali di timo e di cannella sono risultati essere agenti antibatterici particolarmente efficaci contro una vasta gamma di specie Staphylococcus . Ceppi di questi batteri sono comunemente presenti nella pelle ed alcuni possono causare infezioni negli individui immunocompromessi.
Ceppi farmaco-resistenti, come lo staffilococco aureo (Staphylococcus aureus) meticillina-resistente (MRSA) sono estremamente difficili da trattare.
“Non solo sono gli oli essenziali un’opzione di trattamento economico ed efficace per i ceppi resistenti agli antibiotici, ma la riduzione nell’uso di antibiotici aiuterà a minimizzare il rischio di nuovi ceppi di microrganismi resistenti agli antibiotici emergenti “, ha affermato il professor Samaras.

Gli oli essenziali sono stati riconosciuti per centinaia di anni per le loro proprietà terapeutiche, anche se molto poco si sa ancora su come essi esercitano i loro effetti antimicrobici negli esseri umani.
Come è noto gli aborigeni australiani hanno sempre utilizzato l’olio di Tea tree per curare raffreddori, mal di gola, infezioni cutanee e punture di insetti e l’olio è stato venduto commercialmente come un medicinale antisettico del ventesimo.
Vari studi scientifici hanno dimostrato che gli oli essenziali sono non solo ben tollerati, ma sono efficaci contro una gamma di specie batteriche e fungine.
Il loro valore terapeutico è stato dimostrato per il trattamento di una varietà di condizioni , tra cui l’acne, la forfora, i pidocchi e le infezioni orali.

Gli studiosi greci ritengono che gli oli essenziali possono avere diverse applicazioni mediche ed industriali.
“Gli oli o i loro principi attivi –hanno affermato – potrebbero essere facilmente incorporati in creme o gel antimicrobici per applicazione esterna Nell’industria alimentare è già stato sperimentato con successo l’utilizzo degli oli essenziali con cui sono stati impregnati gli imballaggi. Gli oli – hanno proseguito i ricercatori – potrebbero anche essere utilizzati nei prodotti alimentari in sostituzione di sostanze chimiche sintetiche che agiscono come conservanti “.

Condividi questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.